logo-02

Questo sito utilizza i cookie.

Accetta per continuare la navigazione.

Approvo
 

11 Giugno 2017 | Musei in Musica - Duo Luciani Amat di San Filippo - Paul Klee

APPUNTAMENTI / Tutti le attività dei Musei Civici

21 Giugno 2017 | Erasmus Concert

APPUNTAMENTI / Tutti le attività dei Musei Civici

12 Giugno 2017 | Chiusura temporanea Galleria Comunale d’Arte

APPUNTAMENTI / Tutti le attività dei Musei Civici

15 Giugno 2017 | Il progetto Gramsciano "Questa è la tua terra" incontra la danza con "Movimento per Gramsci

APPUNTAMENTI / Tutti le attività dei Musei Civici

8 Giugno 2017 | I want you for museum's army - Gramsci

APPUNTAMENTI / Tutti le attività dei Musei Civici

10 Giugno 2017 | Chiusura Galleria Comunale d’Arte

APPUNTAMENTI / Tutti le attività dei Musei Civici

Regolamento della Galleria Comunale d’Arte - Musei Civici

Le sedi museali del Comune di Cagliari sono ospitate all’interno di edifici la cui struttura artistico–architettonica costituisce di per sé bene culturale d’insieme ed in zone della città d’interesse ambientale, valore che si aggiunge a quello delle singole raccolte contenutevi.

La Galleria Comunale d'Arte sorge all’interno dello splendido scenario dei Giardini Pubblici a nord del quartiere Castello. Il prospetto principale in stile neoclassico è stato realizzato nel 1828 su progetto del Colonnello Carlo Boyl di Putifigari, mentre il blocco originario del fabbricato, prima sede della polveriera regia, risale alla fine del 1700. Fu sempre adibito ad usi militari fino al 1928, anno in cui iniziarono radicali lavori di ristrutturazione all’interno, su progetto dell’Architetto Ubaldo Badas, conclusi nel 1933, che trasformarono l’edificio del XX secolo in Galleria Comunale d’Arte, primo museo civico della Sardegna.

Attualmente, la Galleria Comunale d’Arte, ospita due collezioni permanenti di arte del ’900: la Collezione Ingrao e la Collezione degli Artisti Sardi del Novecento. La prima, inaugurata nel gennaio del 2001, è costituita da circa 500 pezzi, duecentocinquanta esposti nelle 13 sale che costituiscono il percorso di visita museale, mentre le rimanenti opere danno vita ad una sorta di deposito visitabile nelle ultime due sale che concludono l’itinerario. La seconda occupa, dal 2003, la nuova ala del Museo ed è costituita da una selezione di un centinaio di opere realizzate dai principali protagonisti dell’Arte Sarda del Novecento, tra il 1900 e il 1970.
È in via di ultimazione l’ampliamento del Museo nelle grotte adiacenti che, opportunamente adeguate, ospiteranno la collezione di arte contemporanea.

Fanno capo alla Galleria Comunale d’Arte le sedi museali, con esposizioni permanenti, appresso descritte:

  • Il Museo civico d’Arte Siamese “Stefano Cardu”, ubicato nella Cittadella dei Musei, Piazza Arsenale 1, è il sesto museo d’arte orientale in Italia e presenta una delle più vaste raccolte di questo tipo in Europa, con una notevole varietà di pezzi artistici di origine e di culture asiatiche diverse.

La storia del Museo inizia il 22 luglio del 1914, quando con una lettera al sindaco Ottone Bacaredda il collezionista Stefano Cardu offre in dono alla città una parte della sua collezione. Nel 1918 la sala del nuovo Palazzo Civico che ospita la collezione, arricchita dagli oggetti rimasti di proprietà del Cardu, viene aperta al pubblico. Dopo diverse vicissitudini, nel 1923 il Comune di Cagliari diventa proprietario di tutta la collezione, i cui pezzi più pregiati sono oggi esposti nelle sale comunali della Cittadella dei Musei.

  • Parte delle collezioni permanenti sono esposte nell’Antico Palazzo di Città; l’edificio che ha sede in Piazza Palazzo ed è stato sede municipale dal Medioevo fino ai primi anni del XX secolo, in seguito ad accurati lavori di restauro, è stato restituito alla cittadinanza. Le origini del palazzo si potrebbero far risalire al 9 ottobre del 1331, quando Alfonso IV concesse l'area ai consiglieri della città, affinché vi edificassero un palazzo per tenervi le loro riunioni.

Una riunione del Consiglio Comunale presieduto dal sindaco Ottone Bacaredda, in data 14 dicembre 1896, decretò il trasferimento del Comune dall'antica alla nuova sede, ancora da costruirsi sulla via Roma, nell'area antistante il porto.
Nel palazzo trovano attualmente ospitalità alcune collezioni comunali quali il Fondo Etnografico Manconi Passino, il Fondo Ceramico della Collezione Ingrao, il Fondo d’Arte Sacra della Collezione Ingrao, il Fondo di manufatti bronzei della Collezione Ingrao.

 

Regolamento integrale

Musei Civici Cagliari | Copyright © 2013

logo-cagliaricagliari-rossoorientare